INDICE WINDOWS 10 1.01 - Interfaccia utente 1.02 - Barra di Stato WINDOWS 7 1.01 - Interfaccia utente 1.02 - Barra di Stato 1.03 - Effettuare ricerche con Windows 7 1.04 - Impostazioni Sicurezza, Add-On e Privacy 1.05 - Reti lan e firewall 1.08 - Connessione Wireless 1.09 - Modifica proprietà della connessione 1.10 - Visualizzazione device in rete 1.11 - Gestione Utenti 1.12 - User Account Control WINDOWS 10 Ritorna all'indice 1.01 - Interfaccia utente Con Windows 10 siamo ritornati (in Windows 8/8.1 c'erano i menù a "quadrati") all'origine com'era in Windows 7, ovviamente con grafica più aggiornata e moderna: Anche qui la personalizzazione dell’interfaccia utente avviene cliccando con il tasto destro sul desktop e scegliendo Personalizza. Sotto la slide con il menù SFONDI: ma come si nota subito la grafica è molto diversa anche se intuitiva. Per i TEMI i menù all'interno solo pressochè identici: Per SFONDI: Per START: Ritorna all'indice 1.02 - Barra di Stato In Windows 10 la BARRA DI STATO è ancora molto simile a quella che avevamo in Windows 7 con in più la barra di ricerca di CORTANA: WINDOWS 7 Ritorna all'indice 1.01 - Interfaccia utente Di default è presente sul desktop solo l’icona del cestino. Il tema di default (Harmony) riprende il colore azzurro tipico di Microsoft. La personalizzazione dell’interfaccia utente avviene cliccando con il tasto destro sul desktop e scegliendo Personalizza. Possiamo personalizzare l’aspetto del sistema scegliendo tra Temi, Colori delle Finestre, Suoni e Screen Saver. Vediamo in dettaglio: TEMI: si dividono in temi Aero ( che supportano quindi le trasparenze) e temi base. Inoltre si possono scaricare da: qui SFONDI: qui possiamo scegliere la cartella che contiene le immagini che vogliamo utilizzare come sfondo. Inoltre, selezionando più di una immagine da utilizzare come wallpaper (sfondo), è possibile impostare un timer che si occuperà di eseguire una rotazione delle immagini selezionate SUONI: in quest'area possiamo anche scegliere i suoni da associare ai vari eventi del sistema DPI (Dots Per Inch = Punti per pollice): serve modificare è la dimensione dei caratteri a schermo. Ritorna all'indice 1.02 - Barra di Stato Possiamo dire che in Windows 7 tutta la taskbar è diventata una barra di avvio veloce, in quanto cliccando su qualsiasi applicazione con il tasto destro abbiamo la voce Aggiungi alla barra della applicazioni Per rimuoverlo basta cliccare con il tasto destro del mouse sulla relativa icona e scegliere Rimuovi Inoltre cliccando con il tasto destro, possiamo accedere ad una serie di menu che variano a seconda del programma. Per esempio se clicchiamo con il tasto destro sull’icona di Outlook, visualizzeremo questo menu: Stesso discorso per qualsiasi icone presente sulla taskbar. Nel caso di applicazioni (ad esempio Internet Explorer, IE d'ora in avanti) con più finestre aperte, cliccando sull'icona verrano mostrate tutte in anteprima e potremo sceglierne una è portarla in primo piano. La parte a destra della nostra barra delle applicazioni, contiene le icone di tutti i programmi che per definizione risiedono nella systray. Per ognuna delle icone possiamo decidere se mostrare sia l’icona che le relative notifiche generate dal programma, solo le notifiche o nessuna delle due. Infine, in fondo a destra, compare il pulsante che ci permetterà di nascondere temporaneamente tutte le finestre aperte dal desktop (mostra desktop): Ritorna all'indice 1.03 - Effettuare ricerche con Windows 7 Il NUOVO strumento che contraddistingue Windows 7 è sicuramente la ricerca. Basta con le ricerche incomplete dei precedenti sistemi operativi. Il motore di ricerca di Windows7 è fenomenale per la sua velocità ed accuratezza. Appena finita l'installazione del sistema, l’indicizzazione dei dati è già a buon putno per darci tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno. Quando clicchiamo sul pulsante Start, il primo campo che ci compare è il campo di ricerca: La ricerca di Windows 7 è di tipo find as you type: basta digitare le prime lettere di quello che vogliamo cercare per vedere comparire i primi risultati: In realtà la ricerca è perennemente eseguita in background: quello che noi facciamo è semplicemente interrogare l’indice dei risultati. Di default i percorsi indicizzati dal motore di ricerca, sono la cartella Utenti, il menu di avvio, e la cronologia di IE. Ma, appena installiamo un client di posta elettronica, le email vengono automaticamente aggiunte all’indice. La ricerca funzionerà anche se il client di posta non è aperto. Se invece vogliamo aggiungere un percorso all’indice, possiamo da pannello di controllo aggiungere manualmente la cartella/percorso da indicizzare. Oppure basterà accettare la richiesta di aggiunta all’indice, ogni qualvolta eseguiamo una ricerca dal box in alto a destra di Esplora Risorse. Il box in alto a destra di Esplora risorse ci permette inoltre di eseguire delle ricerche anche piuttosto complesse utilizzando degli operatori che ci vengono proposti all’avvio di una ricerca. Inoltre questi operatori sono contestuali : in una cartella di Immagini, per esempio, ci verranno proposti solo operatori di ricerca attinenti al tipo di ricerca che si può effettuare su dei file immagine. In una cartella di tipo documenti sarà possibile effettuare la ricerca utilizzando operatori diversi. Inoltre sarà possibile salvare le ricerche effettuate. Questo ci sarà utile soprattutto in caso di ricerche molto elaborate, o di ricerche frequenti. Le ricerche salvate saranno disponibili dalla Barra dei Preferiti. Ritorna all'indice 1.04 - Impostazioni Sicurezza, Add-On e Privacy Come già nelle precedenti versioni di IE, dalle proprietà del browser è possibile impostare le opzioni di sicurezza. Selezionando la voce Attiva modalità protetta il processo di IE viene eseguito nel sistema con un set estremamente ridotto di permessi e di privilegi, in modo tale che una sua eventuale compromissione da parte di malware possa portare un rischio quanto più possibile ridotto per la sicurezza dell’utente. Maggior sicurezza inoltre viene fornita dalla modalità In Private Browsing La ricchezza degli Add-On necessita di un adeguato controllo. Dal menu Strumenti\Opzioni\Programmi\Gestione componenti aggiuntivi possiamo mettere ordine tra i vari acceleratori che abbiamo installato impostandone le proprietà o scegliendo quale utilizzare di default per una determinata funzione o aggiungendone di nuovi. Da questa stessa posizione possiamo gestire, ed eventualmente abilitare/disabilitare, le barre degli strumenti che eventualmente abbiamo installato, i provider di ricerca e le impostazioni dell’In Private Browsing. Dalla barra dei comandi di IE, clichiamo su Sicurezza e selezioniamo InPrivateBrowsing: Altra novità per quanto riguarda lo scambio di dati da e verso i siti che visitiamo è l’In Private filtering. Questo strumento ci consente di bloccare e limitare la raccolta di informazioni relative alla nostra navigazione da parte dei provider di contenuti o degli inserzionisti di banner e/o di annunci pubblicitari sulle pagine web che visitiamo durante la nostra navigazione. Ritorna all'indice 1.05 - Reti lan e firewall Dal Pannello di Controllo apriamo il Centro Connessioni di rete e Condivisioni: Da qui abbiamo accesso a tutto quello che ci può servire per configurare al meglio le nostre connessioni di rete: dalla scheda di rete, al firewall, alle opzioni di Internet Explorer, alla diagnostica, alla mappa della nostra rete. Vediamo in dettaglio le varie voci. Identificazione della rete: tutte le volte che il PC si connette ad una rete diversa il sistema operativo come prima informazione ci chiede di definire la tipologia della rete a cui ci stiamo connettendo. Questo perché in automatico vengono settate delle opzioni di sicurezza a seconda del tipo di rete. Le tipologie sono sostanzialmente tre: PUBBLICA, DOMESTICA e AZIENDALE La scelta di una rete domestica o di una rete aziendale comporta la modifica della configurazione del firewall per consentire la comunicazione. Esiste anche una quarta tipologia di rete (Dominio) che però non è possibile selezionare manualmente, ma viene attivata automaticamente se una macchina è aggiunta ad un dominio Active Directory. Scegliere Rete domestica per le reti domestiche o quando gli utenti e i dispositivi nella rete sono noti e ritenuti attendibili. I computer presenti in una rete domestica possono appartenere a un gruppo home. L’individuazione della rete, tramite cui è possibile visualizzare gli altri computer e dispositivi di una rete e che consente agli altri utenti della rete di visualizzare il computer in uso, è attivata per le reti domestiche. Scegliere Rete aziendale per piccole reti aziendali. L’individuazione della rete, tramite cui è possibile visualizzare gli altri computer e dispositivi di una rete e che consente agli altri utenti della rete di visualizzare il computer in uso, è attivata per impostazione predefinita, ma non consente di creare o partecipare a un gruppo home. Scegliere Rete pubblica per le reti in luoghi pubblici, quali Internet café o aeroporti. Lo scopo di questo percorso è di impedire agli altri computer nelle vicinanze la visualizzazione del computer in uso e di proteggerlo da qualsiasi software dannoso proveniente da Internet. Nelle reti pubbliche non è disponibile Gruppo Home e l’individuazione della rete è disattivata. È consigliabile scegliere questa opzione anche quando ci si connette direttamente a Internet senza utilizzare un router o se si dispone di una connessione a banda larga mobile. Il percorso di rete Dominio viene utilizzato per le reti di dominio, tipiche dei luoghi di lavoro aziendali. Questo tipo di percorso di rete è controllato dall’amministratore di rete e non può essere selezionato né modificato.